venerdì 17 giugno 2016

[RECENSIONE] BALSAMO CAPELLI ALOE VERA - OMIA LABORATORIES



Ciao ragazze! Oggi vi voglio parlare del Balsamo EcoBiologico all’Aloe Vera di Omia Laboratories. 






L’ho acquistato in sconto da Acqua&Sapone a 2,50 perché avevo letto tanti pareri positivi da varie ragazze che pensavano fosse ottimo per contrastare l’effetto crespo. E in effetti, la stessa confezione riporta la dicitura “anti crespo” nella parte anteriore, assieme alla scritta “CERTIFICATO ICEA ECOBIO COSMESI”. L’INCI, chiaramente, è praticamente perfetto e non contiene siliconi, oli minerali, PEG, parabeni e coloranti sintetici. 


200 ML DI PRODOTTO
PAO: 6 MESI
PREZZO: DAI 2,50 ai 4 EURO A SECONDA DELLE PROMOZIONI E DEI PUNTI VENDITA


È un balsamo pensato per capelli secchi, crespi e con cuoio capelluto delicato. Non a caso, infatti, l’ingrediente principale è il Gel di Aloe Barbadiensis Miller proveniente da coltivazione biologica certificata, presente in altissima quantità. Inoltre il prodotto contiene Olio di Avocado e Olio di Riso di origine naturale (per idratare e rinforzare la struttura del capello) oltre che Fiore di Calendula (dalle proprietà lenitive e antinfiammatorie) e Burro di Karité (per apportare nutrimento).





Lo sto utilizzando continuativamente ormai da quasi 3 settimane settimane e devo ammettere che per certi versi il prodotto mi piace molto, mentre per altri non mi ha convinta del tutto.
 
Parliamo prima dei PRO: la consistenza mi piace un sacco perché è leggera e delicata, una via di mezzo tra un gel e una crema, non appiccica e soprattutto non appesantisce il capello. Solitamente io lavo i capelli un giorno sì e uno no (al massimo riesco ad arrivare a due) perché tendono a sporcarsi molto in fretta e io capelli sporchi proprio non li posso vedere, nemmeno raccolti, sicché li lavo senza farmi mille problemi. Per questo motivo utilizzo uno shampoo molto delicato, da parrucchieri, che avevo ricevuto da BeautyBag e che sono andata a riacquistare in parrucchieria perché mi aveva rubato il cuore. Utilizzando sempre lo stesso shampoo, riconosco immediatamente gli effetti di un balsamo e fin da subito ho notato che utilizzando questo tendono a sporcarsi più lentamente. Credo che questo sia dovuto proprio alla consistenza leggera e fresca, che non unge il capello.
Altro elemento che mi ha colpito positivamente è l’effetto: dà un sacco di volume! I capelli infatti restano belli voluminosi anche il giorno dopo, non si appesantiscono e non si afflosciano.
E per quanto riguarda l’effetto crespo? Devo ammettere che è un valido aiuto, anche se da questo punto di vista non mi soddisfa totalmente perché non lo elimina del tutto ma lo attenua solamente. Diciamo che il crespo viene eliminato di un 50%, via!
Ultimi punti a favore: prezzo super vantaggioso (è praticamente impossibile trovare un balsamo ECOBIO sotto i 10 euro!!!), INCI perfetto, ottima reperibilità e profumo fresco e delicato.


Il CONTRO, invece, è uno solo: l’idratazione. I miei capelli sono parecchio “str**i” perché tendono ad ungersi all’attaccatura mentre sono molto secchi nella zona della corona e delle lunghezze. E a malincuore devo constatare che questo balsamo non è abbastanza nutriente e se non aggiungo un prodotto leave-in li sento proprio inariditi.


!ATTENZIONE! I miei capelli sono MOLTO secchi, perciò molto probabilmente il nutrimento di questo balsamo per molti di voi sarà sufficiente!


Tutto sommato non escludo di ricomprarlo perché per la questione dell’effetto crespo mi sta aiutando davvero, mentre per il problema dell’idratazione potrei rimediare con qualche goccia di olio di mandorle dolci pre asciugatura. Prima, però, voglio testare gli altri prodotti della linea per capelli di Omia per vedere se riesco a trovarne uno perfetto per le mie esigenze!


Spero di esservi stata utile, ci vediamo alla prossima. Un bacione :)

domenica 12 giugno 2016

[RECENSIONE] MASCHERE CIEN: PURE CLEANSING MASK & ANTI-WRINKLE MASK



Ciao ragazze (e ragazzi), oggi vi parlo di due delle nuove maschere di Cien che ho acquistato al Lidl: la PURE CLEANSING MASK con zinco e argilla bianca e la ANTI-WRINKLE MASK al q10. Le ho acquistate circa un paio di settimane mentre ho lasciato sugli scaffali la versione AQUA perché conteneva siliconi. 



La prima di cui vi parlo è la versione purificante con kaolino, glicerina, zinco, pantenolo, acqua di Hamamelis, allantoina e tocoferolo.




Il prezzo è di 1 euro e la confezione è suddivisa in 2 monodosi, separate, che io riutilizzo più volte perché all’interno di ogni monodose ci sono 8 ml di prodotto (più che sufficienti per fare 2 applicazioni con 1 sola monodose).

Riporto dalla confezione:
Nutre intensamente la pelle, elimina le cellule morte e aiuta a combattere le impurità per una pelle visibilmente purificata.
Allora, partendo da questa descrizione avrei un paio di cose da dire: secondo me non nutre affatto la pelle, al contrario ha una forte azione “sgrassante” al punto tale da essere quasi aggressiva. Dico “quasi” perché io ho la pelle grassa tutto l’anno, ma in particolare d’estate, quando diventa un dispenser di oleosità ingestibile. Dunque per me è difficile che una maschera purificante sia davvero aggressiva perché la mia pelle ha bisogno, periodicamente, proprio di questo genere di prodotti.
Detto questo sono dell’idea che anche se questa è una maschera che si trova al supermercato, ciò non significa che sia adatta a tutti indistintamente! Chi ha la pelle da normale a secca, sensibile o molto delicata sicuramente troverà questo prodotto troppo aggressivo. Secondo me non per questo è da bocciare, semplicemente è adatto a chi ha esigenze come la mia: pelle grassa, impura e oleosa.
Io la tengo in posa per circa 10 minuti, durante i quali non sento quella sensazione di bruciore riscontrata da molte ragazze ma al contrario avverto un effetto freddo che se ne va solo con il risciacquo. Certamente non è una di quelle maschere che vi dimenticate di avere su perché si sente che il prodotto c’è e sta agendo! Appena rimossa la maschera la mia pelle non è per niente rossa né irritata, al contrario la sento pulitissima, fresca e libera…come se respirasse! Sento anche la pelle tirare, io che la ho grassa (ecco perché dico che non è adatta a chi ha la pelle secca o sensibile), e quindi quasi subito metto un po’ di crema idratante perché non voglio l’effetto rebound.
Che toglie le cellule morte è verissimo perché subito dopo averla sciacquata noto che molti dei brufoli che avevo sottopelle sono saliti in superficie, probabilmente liberati dallo strato di cellule morte che li ricopriva prima. A parte questo, non ho notato particolari effetti positivi sul controllo delle impurità poiché continuano a restare lì bellamente senza seccarsi neanche un po’. Non argina nemmeno la comparsa di nuove imperfezioni nei giorni seguenti e quindi, per quanto mi riguarda, l’effetto è solo momentaneo. Non lo considererei un trattamento che apporta benefici sul medio periodo.
Per questi motivi il mio giudizio finale non è né una promozione completa, né una bocciatura definitiva…insomma è un prodotto NI !


Pessima, invece, è la versione al Q10. Tra gli ingredienti la maschera contiene glicerina, olio di semi di vite, burro di karité, olio di avocado, pantenolo, Q10 e tocoferolo.



Come l’altra l’ho acquistata senza sapere di cosa si trattasse, attratta dal prezzo super competitivo e dagli ingredienti ottimi. ME NE SONO PENTITA AMARAMENTE!
Questa crema mi ha causato la reazione più violenta che la mia pelle abbia mai visto, nonostante io l’abbia tenuta in posa molto meno del tempo consigliato sulla confezione (dato che avevo già sentito dire che a molte ragazze aveva causato una reazione molto forte).
Che dire? Non posso credere che sia successo a me, che ho la pelle tutt’altro che sensibile e che è sopravvissuta a ben altro senza fare una piega.
[Pensate che una volta per sbaglio, nella mia sbadataggine, mi sono versata in faccia un detersivo per pulire le superfici anche abbastanza potente (Lisoform) e prima di riuscire a sciacquare il viso saranno passati almeno 5 minuti. Beh, ragazze, la mia pelle non ha reagito minimamente a questo prodotto tutt’altro che delicato!]
Questa maschera della Cien invece mi ha provocato un reazione mai vista! Già durante l’applicazione sentivo una sensazione di “freddo/caldo” molto simile alla versione PURE e quindi non mi sono preoccupata granché anche se ho deciso di toglierla dopo 5/6 minuti invece che dopo i 10/15 consigliati dalle indicazioni. Prima ho rimosso il prodotto in eccesso con un batuffolo senza sciacquare il viso (come dice di fare la confezione) e il viso mi si è arrossato in un modo allucinante. Al che mi sono lavata con il detergente per essere sicura di portare via tutto ma il rosso aragosta era ancora lì, più rosso che mai ! In più la pelle del viso mi andava a fuoco…insomma, si ha lo stesso effetto che si avrebbe dopo essere stati tutto il giorno a prendere il sole diretto in faccia senza aver messo la minima protezione! A questo punto ho cominciato seriamente a preoccuparmi perché vedevo che il rossore persisteva e quindi ho deciso di dare l’ennesima chance al gel di aloe vera con cui io non ho un bel rapporto. Che dire? Mi ha aiutato moltissimo! La sensazione di calore intenso è scomparsa nel giro di qualche minuto mentre il rossore ci ha messo un po’ di più ad attenuarsi ma comunque alla fine è scomparso.
Che altro aggiungere se non che ovviamente non la ricomprerò MAI più perché mi ha causato una fortissima reazione che, ripeto, somiglia moltissimo ad un arrossamento da sole. Bocciatissima per me, che adesso mi ritrovo pure a dover pensare ad un modo per riciclarla in modo da non doverla buttare via ancora praticamente piena!

martedì 7 giugno 2016

[RECENSIONE] CIEN SHOWER CREAM - sensitive



Ciao bellezze, oggi nuovo post sul blog in cui vi voglio parlare di un prodotto che sto amando tantissimo in questo periodo: il doccia crema della Cien nella versione SENSITIVE.








Come credo ormai tutti sappiano, la Cien viene distribuita dalla Lidl ed è una marca che, personalmente, mi ha dato tantissime soddisfazioni. Raramente sono rimasta delusa da un prodotto Cien e questo doccia crema non fa eccezione.

Tra tutte le varianti disponibili io ho scelto la versione Sensitive non perché abbia particolari esigenze ma solo ed esclusivamente per l’odore fantastico che ha. La profumazione infatti è molto fresca, perfetta per i mesi caldi perché non è affatto dolciastra o stucchevole. Assomiglia un po’ a quella del bagnoschiuma ai Fiori di Loto della Neutromed (che rimane tutt’ora il mio preferito in assoluto) e sulla pelle persiste per qualche minuto poi scompare.

Altra caratteristica che mi piace di questo prodotto è la sua texture: è veramente una crema! Corposa ma allo stesso tempo leggera, vellutata…insomma, una carezza! Subito dopo la doccia la pelle al tatto appare morbida segno che il prodotto, essendo una crema e non un gel, le da un po’ di nutrimento senza appiccicare o ungere. In ogni caso, io dopo uso sempre una crema corpo perché la mia pelle è molto secca e quindi ha bisogno di un’extra di idratazione anche nei mesi più caldi.

Per quanto riguarda l’INCI non vi so dire di preciso perché non ci ho fatto granché caso (trattandosi di un prodotto da risciacquo). In ogni caso vi allego la foto così potete dargli un’occhiata in caso foste interessate all’acquisto.

 



Come vedete dall’etichetta, all’interno della confezione ci sono 300 ml di prodotto mentre il PAO non è presente perché la Cien inserisce una vera e propria data di scadenza (come quella degli alimenti).

Bene ragazze, per oggi è tutto! Spero che questa recensione vi sia stata utile, se vi va fatemi sapere se usate già questo doccia crema e come vi trovate :)